La sindrome di Rubens




Una storia di bellezza e di passione 
prima che d'amore.

La sindrome di Rubens è nata pensando a quanto possa influire sui nostri sensi la travolgente bellezza dell'arte, di alcune opere d'arte.


I miei quattro personaggi li trovate ben rappresentati nella barra di destra: Lidia, Karl, Tanja e Matthias.


Anime tormentate che cercano se stessi attraverso la bellezza.




Cover by Jessica Gomirato

Sinossi

Durante la visita al museo Thyssen Bornemisza di Madrid, Lidia si ferma a guardare un’opera di Rubens, vicino a lei c’è un giovane che pare affascinato quanto lei dal quadro. 
Un visitatore come un altro, un uomo affascinante e sconosciuto da cui viene irresistibilmente attratta. Quello che fanno nel museo non è previsto, né logico ma è reale come la passione che li travolge.
Lui non parla la sua lingua, le lascia solo un nome e un indirizzo mail. Non è il suo, è quello di un famoso professore di storia dell’arte, Matthias Sallmann. Lidia lo vede in televisione e si accorge che l’uomo bellissimo, esperto studioso di arte, non è lo sconosciuto che l’ha amata. Il professore sostiene una teoria chiamata sindrome di Rubens che scatenerebbe i sensi di alcune persone, portandole a essere travolte dalla passione più sfrenata. Lidia pensa di esserne stata colpita e scrive a Sallmann per avere informazioni. Incontrerà così il professore ma anche lo sconosciuto del museo. Da loro imparerà a indagare le misteriose vie che legano l’eros all’arte.


Dove trovarlo?

L'ebook è disponibile in tutti i maggiori store on line, su Amazon è possibile acquistare anche il cartaceo.







Nessun commento:

Posta un commento